9
10
ben
Pubblicato il: sab, Mag 7th, 2016

WORKING HOLIDAY VISA Cambiano le tasse!

4

Untitled

Nessun aumento, soltanto un cambio di status

Come anticipato già in alcuni gruppi social, mantengo la promessa di dedicare un articolo alla riforma del governo australiano riguardo le tasse per i backpackers

Il governo Australiano, molto attento al Business della nazione, al contrario di altri governi (Italiano).

con questa manovra, ha inserito una modifica alla tassazione delle persone che si trovano in Australia con il Working Holiday Visa. In questo modo prevede di incassare 540 milioni di dollari. Il cambiamento avverrà tra pochi mesi, cioè da Luglio 2016.

Cosa cambia

Fondamentalmente, come dico gia da tempo, non verranno aumentate le tasse, ma cambiera’ il sistema con cui verranno applicate.

Fino a Luglio 2016 e’ possibile per un WHV dichiararsi residente ai fini fiscali (dopo 6 mesi in Australia) e quindi non pagare tasse fino ad un reddito 18.200 AUD. Vi riporto la tabella con le aliquote per l’anno fiscale 2014/2015.

FASCIA DI REDDITO % DI TASSE
$0 – $ 18,200 No Tax
$18,201 – $ 37,000 19%
$ 37,001 – $80,000 32,5%
$ 80,000 – $ 180,000 37%
$ 180,000 – oltre 45%

images (3)

Queste sono le aliquote in vigore per il momento.

Quindi fino ad oggi qualsiasi WHV che poteva dichiararsi residente ai fini fiscali, fino a 18,201 dollari non avrebbe pagato tasse o avrebbe potuto fare il TAX RETURN, per il 100% delle tasse pagate.

Fino ad oggi, non sono molti i WHV che si dichiarano o possono dichiararsi residenti, perché i WHV si spostano spesso e perché molti nemmeno lo sanno.

Ecco la tabella delle aliquote per i non residenti

FASCIA DI REDDITO % DI TASSE
$ 0 – $80,000 32,5%
$ 80,000 – $ 180,000 37%
$ 180,000 – oltre 45%

307289-tax_return

Da luglio 2016 la percentuale applicata sara’ del 32,5%, che cambierà’ soltanto le condizioni di tutti quelli che invece avrebbero potuto dichiararsi residenti ai fini fiscali, che invece si ritroveranno a pagare di più.

In conseguenza di questa manovra non ci sara più nemmeno il tanto famoso TAX RETURN, perché verranno tassati fin dal primo dollaro in maniera uguale.

Il governo sa benissimo che i WHV sono una risorsa indispensabile per il paese, quindi quello che penso e’ che non ci sia un accanimento contro i WHV, ma la volontà di semplificare le cose, perché c’e’ tanta confusione su questo argomento, gente che pagava meno perché si dichiarava residente, poi effettivamente non lo era e doveva pagare per integrare, alcuni non pagavano, io penso che in virtù di questa situazione, si sia voluto soltanto semplificare le cose.

Infatti non hanno aumentato le tasse le hanno semplificate
e pagarle e’ un dovere morale e civico.

5
Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Luca scrive:

    Ringrazio per l articolo che spiega la situazione attuale e futura per quanto riguarda l argomento delle tasse. Volevo solo fare una precisazione: questo governo,con queste riforme,semplifichera ma allo stesso tempo distruggera l economia australiana…Per esempio il lavoro in farm,il quale vedra una minore affluenza rispetto agli altri anni,dato che questo tipo di lavoro era uno dei piu ricercati per ottenere il secondo visto… Gli australiani neanche si azzardano ad andare a lavorare per 20$ l ora e con tutte queste tasse il datore di lavoro ci pensera due volte prima di prendere un backpacker…
    Ci sono tante soluzioni per stabilizzare il flusso migratorio e han scelto la peggiore !!!
    Vabbe alla fine il governo si e rivelato come i cittadini australiani,pigro e ignorante…

    • Marco scrive:

      Ciao Luca, io penso che ci sia ancora confusione in quello che pensate. Il governo Australiano non ha assolutamente aumentato le tasse, l’aliquota e’ identica a prima, la modifica riguarda il fatto che il backpacker (WHV) non potrà più dichiararsi residente dopo i 6 mesi ai fini fiscale e quindi pagare meno come tasse. Ma ti assicuro che il 90% dei WHV che io conosco non lo ha mai dichiarato, perché potevi farlo solo dopo aver vissuto 6 mesi continuativi nello stesso posto, molti WHV si spostano continuamente, molti nemmeno lo sapevano e quindi non si dichiaravano residenti anche avendone i diritti, e sopratutto molti altri, motivo che secondo me ha spinto il governo ad apportare le modifiche, non avendone diritto si dichiaravano residenti poi quando venivano scoperti non restituiva i soldi anzi lasciava l’Australia.
      Quindi siccome questa cosa del residente o non residente non era capita, usata e applicata bene, il governo l’ha tolta. Tutto qui.

Commenta l'articolo

ATTENZIONE: i commenti non appaiono subito perchè devono essere approvati da un moderatore

8

Articoli più letti